CONTRAILS

THE "GHOSTS" OF BEOGRAD © Massimo Gorreri

Dopo la chiusura delle frontiere tra Croazia e Ungheria, la Serbia si è trasformata da terra di transito a punto di arrivo. Da molti mesi Belgrado ha accolto il passaggio dell'ondata di migranti che ha attraversato la cosiddetta “rotta balcanica “• 1 milione e 200mila persone, secondo le stime dell'alto commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Oggi, a restare a Belgrado , sono gli ultimi arrivati, provenienti nella maggior parte da Afghanistan e Pakistan, che dopo un viaggio attraverso Iran, Turchia, Grecia, Bulgaria e Macedonia, si sono arrestati nella Repubblica Serba. Tra poco più di un mese il campo profughi sarà demolito per fare spazio al progetto di riqualificazione urbana "Belgrade Waterfront " voluto dal governo Serbo e la società degli Emirati Arabi "EAGLE HELLS", il quale trasformerà Belgrado in una piccola Dubai dei Balcani.
loading